Senologia Roma a Nuova Villa Claudia la mammografia con Tomosintesi rappresenta un vero passo in avanti nella diagnostica della mammella.
Il Centro di Senologia Roma di Nuova Villa Claudia dispone di macchinari innovativi di ultima generazione coma la tomosintesi.
Nell’acquisizione con Tomosintesi, a livelli di dosi comparabili a quelli di una mammografia digitale, si ottengono immagini della mammella a diverse angolazioni. Poi, un software di elaborazione la ricostruisce sezionandola in fette dello spessore di 1 mm, permettendo così una diagnosi precisa anche in casi di sovrapposizione di immagini e seni difficili.
Il tumore della mammella rappresenta un problema di grande rilievo: basti dire che all’interno del gruppo delle malattie neoplastiche è di gran lunga la più frequente nelle donne.
Caratteristica distintiva del Centro di Senologia Roma di Nuova Villa Claudia è la prevenzione personalizzata basata sull’età e sulla storia familiare di ogni singola donna; nonché l’approccio multidisciplinare della gestione clinico assistenziale delle pazienti, basata sulla collaborazione di diversi specialisti (chirurgo senologo, radiologo, anatomopatologo, oncologo, radioterapista, chirurgo oncoplastico, psico-oncologo, genetista, fisioterapista, medico dedicato alla onco-fertilità) coinvolti nelle diverse fasi diagnostiche e terapeutiche della malattia.
Un’altra caratteristica peculiare è la consulenza genetica riservata alle pazienti che presentano un rischio familiare elevato e prevede la valutazione clinica del caso integrata, laddove indicato, dall’apposita indagine molecolare (test genetico).
Senologia Roma a Nuova Villa Claudia la prevenzione nella diagnosi precoce del cancro della mammella:
l’esecuzione di procedure diagnostico-terapeutiche corrette rappresenta un aspetto socio-sanitario di estrema importanza in considerazione dell’elevata prevalenza della patologia mammaria nella popolazione femminile. Infatti, i programmi di screening hanno mostrato che, se ben condotti, possono ridurre la mortalità della popolazione, e la correttezza del trattamento condiziona non solo la qualità di vita in termini estetici e funzionali, ma anche di sopravvivenza.
Risultati di elevata qualità sono ottenibili solo se le procedure diagnostico terapeutiche sono condotte da mani esperte e in centri specializzati di assistenza multidisciplinare: non c’è dubbio che la gestione di questa patologia diventi sempre più complessa e difficilmente riconducibile a procedure standardizzate schematizzabili in alberi decisionali riportati su protocolli o linee guida.
Per queste ragioni in ambito internazionale, nazionale e regionale le linee guida sul cancro della mammella raccomandano l’istituzione di Unità Multidisciplinari diagnostico-terapeutiche di Senologia: esse devono svilupparsi in modo collegato con i programmi regionali di screening, in modo che i casi di patologia mammaria siano seguiti nella stessa struttura durante tutto l’iter diagnostico-terapeutico da personale altamente specializzato (medici dedicati).
Affidarsi a una struttura di eccellenza come il Centro di Senologia Roma di Nuova Villa Claudia - per la prevenzione, la diagnosi precoce ed accurata del tumore al seno e delle sue caratteristiche biologiche e le cure - rende massima la probabilità di guarigione completa. Anche nelle situazioni più difficili l’eccellenza delle cure è la base necessaria per il controllo a lungo termine della malattia in uno stato di benessere.
Cos’è la biopsia percutanea?
Si utilizza tale metodica per prelevare un campione del tessuto mammario sospetto da sottoporre a esame istologico da analizzare al microscopio.
Questo accertamento può essere eseguito a "mano libera", sotto guida ecografica o in stereotassi sotto guida mammografica. Può essere eseguito in qualsiasi periodo del ciclo mestruale.
La biopsia percutanea viene solitamente effettuata in ambulatorio, con un’anestesia locale tramite un ago a scatto per il prelievo di multipli campioni di tessuto (infatti, il materiale ottenuto con un singolo prelievo può non essere rappresentativo ovvero sufficiente per una corretta valutazione istologico-biologica).
Il materiale prelevato viene, poi, inserito in un flacone contenente formalina e inviato al patologo.
In sede del prelievo può essere posizionata una clip (utile nella valutazione di controlli futuri o per guidare un eventuale intervento chirurgico). Non sono necessari punti di sutura. La procedura dura circa 20-30 minuti.
Biopsia stereotassica in Tomosintesi cos’è?
La guida stereotassica permette di bioptizzare, con l’ausilio del mammografo, microcalcificazioni, noduli o aree sospette, non palpabili, mal evidenziate dall’esame ecografico e visibili ai raggi X.
In particolare la tecnologia disponibile nel Centro Senologia Roma di Nuova Villa Claudia è di ultima generazione e consente di eseguire biopsie 3D.
La procedura di tomobiopsy, infatti, è studiata per la localizzazione e la destinazione precisa delle regioni di interesse ed è particolarmente importante per il targeting di lesioni non sempre rilevate in immagini 2D o quando si utilizzano altre modalità.
Questa nuova tecnica di biopsia ha numerosi vantaggi rispetto alle procedure di biopsia stereotassica tradizionali, tra cui l’individuazione più veloce delle lesioni e la minor durata dell’esame: quindi, un minore stress per la paziente.
Protocollo "One Stop Approach" nel Centro di Senologia Roma di Nuova Villa Claudia il percorso senologico è integrato, personalizzato e la diagnosi di lesioni sospette si fa entro 24 ore. Infatti, è stato strutturato un protocollo chiamato "One Stop Approach" che permette alle donne con sospetto di tumore al seno di disporre di visita chirurgica, mammografia, ecografia e del prelievo ago-bioptico con relativa risposta istologica in giornata.
In caso di riscontro patologico, il protocollo garantisce in tempo reale un colloquio con il chirurgo senologo oncoplastico abbattendo, quindi, le liste di attesa e riducendo lo stress dell’attesa per l’esito di un esame dal quale può dipendere la vita.
Il trattamento conservativo e quello demolitivo: la chirurgia conservativa del seno rappresenta la prima scelta per il tumore mammario in fase precoce e in tutti quei casi in cui non esistano controindicazioni.
L’équipe chirurgica di Nuova Villa Claudia mira sempre a conservare il seno ricorrendo alla Chirurgia Oncoplastica: una nuova filosofia di approccio al tumore della mammella con combinazione tra chirurgia oncologica e chirurgia plastica finalizzata al raggiungimento della massima radicalità oncologica contestualmente al miglior risultato cosmetico.
L’applicazione di tali tecniche offre al chirurgo la libertà di eseguire resezioni più ampie, senza dover sacrificare per tale ragione l’aspetto cosmetico. In certi casi, comunque, è vantaggioso o inevitabile procedere all’asportazione di tutto il seno (mastectomia).
La mastectomia è indicata per le pazienti non candidate alla chirurgia conservativa e per quelle che la richiedono per scelta personale. Esistono, tuttavia, diverse forme di mastectomia, sempre meno mutilanti che possono anche prevedere la conservazione della cute ed eventualmente del complesso areola-capezzolo.