Solitamente, quando si parla dei vini toscani, ci si riferisce alla qualità rossa ma c'è da dire che esistono anche dei vini bianchi toscani che vale la pena assaggiare in quanto, sono comunque di una qualità eccezionale ed inoltre, si contraddistinguono anche per la loro capacità di differenziarsi in base alla zona in cui avviene la produzione. I vini bianchi DOC, DOCG e IGT della Regione Toscana vengono prodotti principalmente a Siena, Livorno, Pisa, Arezzo, Grosseto, Lucca, Prato, Firenze e Pistoia. Tra i migliori vini bianchi toscani, ce ne sono alcuni divenuti molto famosi come ad esempio, il vinsanto che esiste però in diverse tipologie.

Le caratteristiche dei vini bianchi toscani

Le caratteristiche dei vini bianchi toscani cambiano in base alla tipologia di vino che viene prodotta ed in particolare, esiste la Ansonica Costa dell'Argentario DOC: questo vino da pesce è leggermente fruttato e dal sapore asciutto e viene prodotto nella provincia di Grosseto. Tra i vini bianchi toscani, non si può non citare il Moscadello di Montalcino, prodotto con le uve di moscato bianco e che ha un sapore dolce, tanto da essere considerato un vino ideale da dessert. Inoltre bisogna assaggiare l'Isola d'Elba Ansonica DOC, che è un vino da pesce, oppure il Bianco di Pitigliano doc, che invece si contraddistingue per il suo sapore vivace. C'è poi il Candia dei Colli Apuani, che viene prodotto in diverse opzioni e a seconda del tipo, è adatto per i pasti o come fine pasto. Caratteristico è anche il vinsanto che esiste, sia per la zona del Chianti Classico, oppure normalmente del Chianti ed anche nella zona di Carmignano Montepulciano e nella riserva di Cortona. La differenza è in alcune sfumature e nella maturazione di questo tipo di vino che, senza ombra di dubbio, resta uno dei più famosi vini bianchi toscani, nonché uno dei più apprezzati.