Riduzione degli sprechi energetici, differenziazione dei rifiuti, riciclo dei materiali non biodegradabili: ormai sappiamo tutti che un approccio ecologico efficace deve necessariamente investire il numero più ampio possibile dei nostri comportamenti quotidiani. Ma si può fare prevenzione e tutela dell'ambiente anche a partire dai lubrificanti auto? La risposta è sì: è ripartita da febbraio la campagna educativa itinerante "CircOLIamo", promossa dal COOU, Consorzio Obbligatorio degli Oli Usati. Il tour toccherà diverse regioni italiane, ed è incentrato sulla prevenzione dei rischi che un cattivo utilizzo degli oli lubrificanti può comportare. I lubrificanti auto usati sono infatti rifiuti potenzialmente pericolosi per l'ambiente e per la salute; la buona notizia è che nel 2011 il consorzio ha raccolto oltre il 95 per cento degli oli usati, facendo dell'Italia il paese più virtuoso d'Europa in questo settore.


Un impegno, quello a favore della sostenibilità dei lubrificanti, che riguarda anche le aziende produttrici. Ad esempio, da diversi anni, Eni è impegnata in prima fila nella ricerca e nello sviluppo di prodotti d'avanguardia per il settore trasporti e innovazioni che consentano non solo di ottimizzare l'efficienza dei motori, ma anche di ridurre in maniera significativa le emissioni nocive. A fronte di normative sempre più rigorose e serrate, Eni si è posta l'obiettivo di anticipare i risultati attesi, offrendo sul mercato lubrificanti auto di elevata qualità ambientale. Grazie alla ricerca e allo sviluppo tecnologico, infatti, Eni è arrivata a produrre lubrificanti auto che riducono gli interventi di riparazione e consentono una riduzione dei consumi di carburante. Prodotti adatti per auto di piccola e media cilindrata, berline, auto sportive, con motori a benzina o diesel, che assicurano completa affidabilità in ogni condizione di utilizzo.


I lubrificanti i-Sint di Eni, ad esempio, sono studiati per motori di ultima generazione, su automobili di ogni genere, a carburazione benzina o diesel. I prodotti appartenenti a questa famiglia sono particolarmente adatti alle vetture che montano il filtro antiparticolato (prodotti fuel economy e Mid-SAPS); la linea i-Sint tech è dedicata invece a clienti che cercano un prodotto di qualità eccellente, in grado di soddisfare esigenze specifiche di alcune delle più importanti case costruttrici di autovetture.