Oggi voglio parlarvi di un evento davvero speciale. Sono appena tornato dalle Marche dove ho realizzato un nuovo servizio fotografico sui prodotti culinari locali e, proprio in uno di quei dei paesini incantati, mi hanno parlato di un’iniziativa imperdibile. Per tutti quelli che, come me e la mia famiglia, sono particolarmente attenti alla salvaguardia del nostro ambiente l’evento da non mancare e al quale vi invito a partecipare Ŕ BorgoFuturo: il festival della sostenibilitÓ.
La prima ragione per cui un salto in questo borgo Ŕ d’obbligo Ŕ perchÚ che si tratta del borgo pi¨ sostenibile d’Italia. Ma ve ne sono molte altre. Ad esempio il fatto che in questa tre giorni di festival saranno tanti gli ospiti internazionali che interverranno e che daranno consigli utili su come uscire dalla crisi. GiÓ, la crisi! In questo periodo non se ne pu˛ non tenere conto e sarÓ interessante conoscere il punto di vista di molti esperti che faranno di questo argomento il tema portante della prossima edizione della manifestazione. Per una volta per˛ non ci si piange addosso: Borgofuturo affronta la crisi e la combatte analizzando gli scenari attuali e presentando delle valide soluzioni. Si tratta ovviamente di possibili strade percorribili a carattere interamente sostenibile.
Tra le discussioni che si intavoleranno sarÓ utile seguire i dibattiti sulle modalitÓ di utilizzo delle energie rinnovabili, che tutti noi sappiamo essere quelle energie che non pregiudicano in alcun modo le risorse naturali. Spesso mi domando: che cosa aspettiamo per servircene?
Tra le varie iniziative proposte, ha catturato il mio interesse anche “Libro Futuro”, vale a dire il primo Forum dell’Editoria Green. Grazie ad autori, giornalisti e case editrici si renderÓ noto lo stato dell’arte della comunicazione ambientale. E ancora, tra le cose pi¨ divertenti della tre giorni di festival, ci saranno gli spettacoli a basso impatto ambientale, si faranno giocare i pi¨ piccoli con giochi realizzati con materiali di recupero, e si mangeranno solo cibi a Km zero. Con Borgofuturo sicuramente anche quest’anno Ripe San Ginesio sarÓ confermato come il borgo pi¨ sostenibile della nostra bella penisola italiana.
Io mi sono giÓ innamorato di questo evento di “suoni, immagini e incontri per un Paese sostenibile” solo al sentirne parlare, e penso proprio ci porter˛ tutta la mia famiglia. E voi?

Da Giulio Pensoinverde:
Fotografo professionista si occupa di foto per aziende di ogni settore. Grazie al suo lavoro ha occasione di viaggiare spesso per l’Italia ed entrare in contatto diretto con le realtÓ territoriali e storie di imprenditori e lavoratori di ogni sorta.
Autore del blog Pensoinverde.