Ogni mamma sa bene che assecondare e incoraggiare le inclinazioni naturali dei propri figli può solo far bene. I bambini possono avere numerosi talenti, come ad esempio quello del disegno e della creatività. Ed ecco arrivare i primi album da disegno, regalati in occasione del compleanno, per poi passare alle tempere e ai timbri e stampi con il relativo inchiostro colorato o classico. Mamma, fattene una ragione, è assodato che il tuo bambino sarà pregno di inchiostro per timbri dalla testa ai piedi: poco importa se la camicia bianca avrà timbrature a forma di animale o di cupcake di vari colori, non importa se il timbro di legno, da color rovere, sarà diventato color inchiostro blu, quindi, ecco per te qualche consiglio per rimuovere le macchie di inchiostro da timbri dai vestiti.
Inchiostro per marcare sia nero che colorato: come agire

Non è tanto rilevante il tipo di timbro usato, quanto la tipologia di tessuto da trattare, unitamente alla natura dell’inchiostro. C’è molta differenza tra l’inchiostro di una penna biro, il liquido di una penna stilografica e i vari inchiostri per timbri. Pigmentazione diversa, asciugatura rapida o meno, tempistiche differenti di azione del detersivo specifico: tutte strategie che le donne di casa hanno imparato da quando l’uomo ha deciso di scrivere. Le macchie date da pennarelli o altro a base acquosa possono sparire lasciando la biancheria a bagno in acqua fredda per uan notte, per poi effettuare il lavaggio in acqua calda con un detersivo smacchiante. L’inchiostro di un timbro invece è più ostico, come del resto lo è quello stilografico e delle penne biro. Deve essere trattato subito con carta assorbente sul lato della macchia e imbevendo la stessa di alcol dall’altro lato, per poi buttare in lavatrice il tutto assieme a un detersivo a base di ossigeno attivo. Che sia inchiostro nero, liquido pigmentoso colorato o una biro dal tratto particolare non fa nessuna differenza, ma se il timbro sul tessuto non è recente, è un altro discorso. Se l’inchiostro di un timbro si asciuga bisogna effettuare l’operazione di tamponamento di cui sopra usando la trielina al posto dell’alcol, cercando di dosarla per non danneggiare la biancheria.