Oltre 30 mostre incentrate sui più diversi argomenti, seminari, workshop, presentazioni di libri, concorsi, intrattenimenti musicali e una miriade di altri eventi mondani e culturali: fino al 25 novembre la Valle Olona, in provincia di Varese, ospita la terza edizione del Festival Fotografico Italiano.

Organizzato dall’Archivio Fotografico Italiano con il contributo dell’Assessorato alla Cultura Giovani e Futuro del Comune di Busto Arsizio e con il patrocinio dei comuni di Gorla Maggiore, Gorla Minore, Solbiate Olona, Fagnano Olona, Marnate e Olgiate Olona, del PLIS MEDIO OLONAe in collaborazione con EPSON Italia, Fondazione Montevecchio di Samarate, Fondazione Torre Colombera di Gorla Maggiore, Istituto Italiano di Fotografia, Istituto Cinematografico M. Antonioni e Archivio del Cinema Industriale LIUC, l’evento nasce dal desiderio di proporre una serie di appuntamenti legati alla fotografia d’autore in Lombardia.

La proposta è ideata per attirare un folto pubblico proveniente anche dall’estero, incentivando così il turismo nell’area dell’Altomilanese. Molti partecipanti al Festival, tanto gli espositori quanto i visitatori, hanno trovato un punto d’appoggio perfettamente rispondente alle loro esigenze in MO.OM, il design hotel e motel di Olgiate Olona, in provincia di Varese ma a due passi da Milano e Legnano, oltre che dalle bellezze naturali del lago Maggiore, del Parco del Ticino e del lago di Como.

«Puntiamo a soddisfare anche le esigenze culturali dei nostri ospiti – spiegano dalla direzione dell’hotel – È quindi naturale per noi non limitarci all’offerta artistica della nostra galleria interna, la Moom Gallery, ma estenderla agli appuntamenti più interessanti organizzati in zona. E il Festival Fotografico Italiano rientra certamente tra le iniziative che consigliamo ai nostri clienti».

Così, oltre all’arte della fotografia, i turisti possono sperimentare l’arte dell’ospitalità, facendosi coccolare nell’area wellness di MO.OM o gustando i manicaretti ideati dagli chef del ristorante.