Una cuccia per cani da esterno è il luogo prediletto per il nostro amico a quattro zampe. Dopo una corsa al parco, una scorribanda in giardino o qualche oretta passata in casa, il cane avrà modo di godersi il suo meritato riposo in un posto personale ed esclusivo.

La cuccia per cani da esterno è allora importantissima per il nostro Fido. Ricordiamo che i luoghi all’aperto consentono maggiori libertà all’animale e una miglior igiene per noi e per la casa. Tuttavia i fattori climatici e gli agenti atmosferici sono sempre nemici sgraditi e imprevedibili. Dotiamo perciò il nostro cane di una cuccia capace di garantirgli riparo sia d’estate che d’inverno, sia col vento, che con la pioggia, che col sole. Sono allora importanti a tale riguardo alcuni fattori. Ad esempio il materiale; una cuccia da esterno può essere fatta di plastica, legno, resina o altri materiali plastici iper resistenti come l’HPL multistrato. Il materiale influisce di gran lunga sulle performance termiche e la solidità della struttura. Assicuriamoci allora una cuccia realizzata secondo caratteristiche isolanti, traspiranti e anche facile da pulire.

Altro elemento da tenere in considerazione è la dimensione, che deve essere sempre congegnale con la taglia del nostro bassotto o del nostro alano. Da non dimenticare la lettiera da porre all’interno e le operazioni di pulizia e manutenzione, sempre doverose per mantenere la cuccia un luogo ospitale e ameno.

Gli elementi di una cuccia per cani da esterno


Abbiamo offerto una panoramica generale sul mondo delle cucce da esterno e delle case per i nostri amici a quattro zampe. Ma torniamo al principio: qual è la struttura fondamentale di una cuccia?

Il pavimento


Partiamo dalle fondamenta. Ogni cuccia deve avere una base leggermente rialzata dal terreno non solo per questioni estetiche ma anche per motivi pratici. Un pavimento sopraelevato garantisce infatti un isolamento maggiore, evitando tra l’altro al cane il contatto col suolo, sempre motivo di umidità, funghi e parassiti. Per sopraelevare la base si possono utilizzare pallet, blocchetti di cemento o mattoni, piedini di plastica e altro ancora. Alcune cucce sono già realizzate con la base sopraelevata.

Il tetto


Il tetto è un importante elemento per incanalare l’aria. Inoltre, può far la differenza anche in termini d’estetica, cosa non irrilevante se si vuole tenere una cuccia che non stoni con gli altri arredi del giardino. La forma classica del tetto è quella a spiovente a uno o due assi, ideale per riparare dal vento e non fare ristagnare la pioggia e l’umidità in alto. È possibile trovare anche coperture ripiane o a soppalco che conferiscono alla struttura un’impostazione più stabile.

La porta e l’ingresso


La fessurina d’ingresso della cuccia è tipicamente alta ¾ della stazza del cane e poco più larga del suo girovita. Funge come ottimo canale di ventilazione e l’inverno è possibile applicare una porta in listarelle di vinile per permettere all’animale maggior calore, senza per questo rinunciare a sorvegliare la proprietà, visto che le porte in vinile sono composte di listarelle trasparenti. La maggior parte delle cucce prevede l’ingresso al centro della parete. Tuttavia un fessurina posta lateralmente consentirebbe più privacy e calore all’animale.